Monterosso al Mare è il primo borgo delle Cinque Terre che incontrerete se deciderete di venire a visitare questo piccolo angolo di Paradiso. Panorami mozzafiato, il profumo del mare, le passeggiate tra le vie del paese, buon cibo e la pace che solo il contatto con la natura può darvi.

Sentieri e camminate in mezzo al verde (qui la mappa aggiornata dei percorsi che potete effettuare) e nuotate in acque limpide. A Monterosso al Mare esistono due spiagge: quella di Fegina proprio davanti alla stazione ferroviaria e quella del paese vecchio raggiungibile facilmente dopo la passeggiata a mare. Oltre agli stabilimenti balneari ci sono anche porzioni di spiaggia libera.

Monterosso-al-Mare-Spiaggia

Spiaggia di Fegina

Statua-Gigante-Monterosso-al-Mare

Statua del Gigante

A Fegina è presente inoltre la Statua del Gigante realizzata nel 1910 dallo scultore Arrigo Minerbi di Ferrara e dall’ingegnere Levacher.  Costruita in ferro e cemento armato su richiesta di Giovanni e Juanita Pastine, due abitanti di Monterosso che erano tornati dopo aver fatto fortuna in Argentina. La statua rappresenta Nettuno e faceva parte di Villa Pastine distrutta poi durante la seconda guerra mondiale.

Monterosso-al-Mare-paese-panorama

Spiaggia del paese vecchio

Dalla piccola piazzola dove è situata la Statua di San Francesco e il lupo avrete poi una bellissima visuale del mare e di Torre Aurora, una delle torri che erano a difesa del borgo. Dovete sapere infatti che nella zona del cimitero (facilmente raggiungibile anche dal Convento dei Cappuccini), sorgeva un castello terminato nel XVIII secolo. Altre torri sono quelle della Chiesa di San Giovanni Battista (foto in centro) e quella che si erge lungo il sentiero che porta al cimitero (foto in basso a destra).

torri difesa e statua San Francesco Monterosso

torre-aurora

Torre Aurora

Sotto Torre Aurora c’è un bunker risalente alla seconda Guerra Mondiale al quale potete accedere attraverso una scaletta.

bunker monterosso

Bunker

Importanti e bellissimi gli edifici religiosi. Nel centro del paese troviamo tre chiese: la Chiesa di San Giovanni Battista e subito accanto l’Oratorio della Confraternita dei Bianchi, poco distante poi la  Cappella Mortis et Orationis o Confraternita dei Neri e infine a dominare tutto il paese dall’alto di una collina il Convento dei Cappuccini. In particolare il Convento conserva tra le altre opere anche una tela con la Crocifissione attribuita a Van Dick. Se amate camminare allora potete anche raggiungere il Santuario di Soviore a circa un’ora e mezza dal centro di Monterosso al Mare.

edifici religiosi Monterosso al Mare

Dopo aver preso il sole fatto qualche nuotata o escursione ora è tempo di mangiare! Ci sono molti ristoranti a Monterosso, praticamente uno quasi in ogni via. Se invece preferite qualcosa di più veloce da gustare all’aperto vi consiglio due posti: Wonderland Bakery (foccaccia, pizza e anche dolci) e Focacceria il Frantoio. Se invece amate lo street food fate un salto al Bocconcino, un locale piccolissimo specializzato in cartocci di acciughe, calamari, pollo tutto preparato al momento. Nell’ora di punta c’è sempre una gran coda quindi magari presentatevi con anticipo.  Se invece avete necessità di pernottare qui trovate un elenco completo di tutte le strutture ricettive.

Monterosso-al-Mare-via-del-paese-Gatto

Tra i prodotti tipici di questo borgo ci sono: olio, vino (chi non conosce lo Sciacchetrà?), le acciughe  e il limoncino fatto con i limoni di Monterosso. E a proposito di limoni ricordate l’omonima poesia del Montale? Ebbene da qualche anno è nato il Parco Letterario Eugenio Montale nel quale da Aprile a Ottobre vengono organizzati dei percorsi naturalistici-letterari che hanno lo scopo di far conoscere i luoghi amati dal poeta genovese. Moterosso-al-Mare-Limoni-Balcone

Come arrivare a Monterosso al Mare

Sicuramente il mezzo più idoneo è il treno: numerose le corse tra un borgo e l’altro, molto utile potrebbe essere l’acquisto della Cinque Terre Card. Come gli altri borghi anche Monterosso è raggiungibile in auto, considerate tuttavia la poca presenza di parcheggi.  Dovete uscire al casello Brugnato Borghetto sulla A12 di Genova – La Spezia e proseguire per  Soviore, Pignone, Monterosso. In primavera/estate un mezzo alternativo poi potrebbe essere il battello .

Come dicevo prima parcheggiare non è facilissimo ma non impossibile, se usate l’auto quindi vi consiglio di consultate questa pagina che da tutte le informazioni utili su dove parcheggiare a Monterosso al Mare. Se invece usate il camper info consultate questo sito.

error: