La città di Porto è situata nella zona nord del Portogallo e si può vistare tranquillamente in un week end. Letteralmente adagiata sulle rive del fiume Douro le regala quella dolcezza e atmosfera decadente e romantica che mi ha subito conquistata.

Quella lungo il fiume è una zona vivace di giorno e di sera: imbarcazioni di tutti i tipi solcano le acque del fiume trasportando i turisti che si godono la bellezza del panorama. Qui traboccano localini e ristoranti in cui cenare o semplicemente bere qualche cosa. Si può ammirare il panorama fortemente caratterizzato dal Ponte Luís I, realizzato da Teofilo Seyrig, ingegnere belga della ditta di costruzioni Gustave Eiffel.

week end a Portoweek end a PortoIl ponte unisce le due sponde del fiume e si sviluppa su due diversi livelli, in cui passano i treni e le auto entrambi dotati di un camminamento per i pedoni, sicuramente è un punto da cui si gode di una vista speciale.

week end a Porto

Porto è famosa in tutto il mondo per la produzione dell’omonimo vino, il Porto, un vino liquoroso molto apprezzato.
Nella valle del fiume Douro e all’interno fino al confine con la Spagna, vi sono i vigneti di Porto, che protetti dalle montagne trovano in questa condizione climatica il perfetto ambiente per produrre le uve migliori.

Va da se che non si può passare da Porto senza vistare almeno una delle diverse cantine presenti lungo il fiume in città.week end a PortoNoi abbiamo scelto la cantina Taylor’s uno dei primi produttori di questo pregevole vino, apprezzato inizialmente dalle famiglie nobili inglesi e poi esportato in tutto il mondo. Basta seguire le indicazioni e a piedi, inerpicandosi su per i viottoli stretti e in forte pendenza (ovviamente non potevamo che scegliere quella più in alto di tutte) si arriva all’ingresso di questa storica cantina che ci accoglie al fresco delle sue centinaia di botti.

Dopo aver visitato la cantina, ci si impiega circa un’ora, potrete degustare incluso nel biglietto d’ingresso, 2 diverse produzioni, il White Port (Chip Dry) e il Vintage Port rosso, serviti in un bellissimo roseto con dei vanitosi pavoni che girano liberi.
Naturalmente in un pomeriggio potete vistare più cantine, sono tutte vicinissime tra loro, la quantità dipende solo dalla vostra tenuta all’alcol…

week end a PortoVale sicuramente una tappa la stazione dei treni di São Bento, situata al centro della città storica, un vero e proprio trionfo degli azulejo, queste piastrelle bianche smaltate e decorate in azzurro, che sono una caratteristica presente in tutto il Portogallo. Qui raccontano la storia del paese e decorano completamente la hall della stazione.week end a PortoTotalmente ignara di cosa stavo andando a visitare sono rimasta letteralmente a bocca aperta entrando nella Libreria Lello.
Dopo aver superato il primo impatto con la fila di visitatori fuori in attesa di entrare, ma l’attesta è davvero minima, e la folla ovunque che non permette di realizzare foto senza avere qualcuno davanti…be, chapeau alla Livraria Lelloweek end a PortoUna libreria storica, molto piccola, ma con un impatto architettonico che lascia di stucco.
Viene definita la libreria più bella al mondo, io non so se sia effettivamente così, ma possiede senza dubbio un fascino peculiare.

Negli ultimi anni le visite alla Livraria si sono moltiplicate in quanto l’autrice della saga di Harry Potter si è ispirata a questa minuscola libreria per descrivere la scala della famosa scuola di magia a Hogwarts e la libreria in Diagon Alley. L’autrice, infatti, pare fosse solita  frequentare la Livraria Lello quando viveva e insegnava inglese a Porto negli anni ’90.Non si può capire a fondo la città che si sta visitando senza provare almeno 2 o 3 piatti della cucina locale.
Sicuramente la colazione o la merenda vanno gustati al Cafè Majestic  situato in Rua Santa Catarina. Anche se in agosto è un luogo decisamente affollato, l’atmosfera rimane intatta: sarà come ritrovarsi  catapultati ai primi del ‘900, un’epoca di fasti eleganti.
Le note del pianoforte accompagnano la sosta dei visitatori; turisti e signore eleganti del luogo si mescolano ai camerieri rigorosamente in livrea bianca; le tazze di fine porcellana bianca bordate in oro e le coppe di cristallo scintillano sui tavoli e fanno sognare chiunque vi entri.week end a PortoTra i veri piatti tipici  quello più conosciuto e diffuso è la  Francesinha, un  tramezzino a più strati composti da “linguiça”, un salume affumicato aromatizzato all’aglio, una bistecca di manzo, prosciutto, formaggio fuso e una salsa di pomodoro a base di birra e spezie.  Se avete lo stomaco, la fame e il coraggio di assaggiare questa notevole composizione dovete ricordarvi di accompagnarla ad un bel bicchiere di Vinho Tinto o anche una birra locale che aiuteranno la digestione di questa leccornia.

Il Portogallo è in generale famoso per il suo Bacalhau, il merluzzo salato cucinato in diversi modi e che troverete in ogni ristorante in cui vi fermerete.
Sarde e sardine, il polpo alla piastra, frutti di mare e crostacei potrete gustarli nei  locali lungo il fiume. Se siete alla ricerca di ambienti più moderni potrete sbizzarrivi girando nelle viette subito dietro la Livraria Lello. Qui si susseguono locali di gran gusto e moderni, che uniti  ai modi semplici e gentili dei  portoghesi vi permetteranno di passare sicuramente una bella serata immersi nella movida di Porto.

week end a Porto

Come in ogni città, anche Porto ha i suoi musei o edifici religiosi che potrete visitare a seconda dei vostri gusti e tempi. Secondo me vale la pena tenersi del tempo libero per “bighellonare” lungo le vie e ammirare i palazzi e facendo un giro sullo sferragliante tram. Passeggiate gustando una pastel de nata, un dolcetto delizioso fatto con un guscio croccante di pasta fillo o sfoglia e un cuore di crema a base di uova e panna, caramellata in superficie. Potrete acquistarla in una delle tante pastelerie della città. Passeggiare senza meta vi regalerà momenti indimenticabili nell’atmosfera di questa città, che mescola fasti antichi di navigatori e conquistatori alla semplicità dei pescatori.

week end a Porto

week end a Porto

error: