Siamo sempre alla ricerca di novità e proviamo ad abbinare ingredienti in modo inusuale per scoprire qualche cosa che faccia gridare “al miracolo” le nostre papille gustative. In fondo, però, alcune delle buone e care vecchie ricette non tramontano mai. Sono le combinazioni che ci fanno sentire a casa e in pace con il mondo al primo assaggio.

Come spiegare quella strana sensazione di struggimento che solo l’affondo del cucchiaio in una voluttuosa crema di mascarpone ricoperta da uno strato corposo di cacao amaro e biscotti inzuppati di caffè e liquore, ci fa provare?
Sono certa che anche senza immagini avreste capito che sto parlando di sua maestà: Il Tiramisù classico, che a ben donde è sicuramente uno dei dolci italiani più conosciuti e apprezzati al mondo.

Il Tiramisù è semplice da fare, davvero una preparazione alla portata di tutti, con l’unica accortezza di utilizzare uova e mascarpone freschissimi.

Tiramisù classico

Keyword tiramisù
Preparazione 20 minuti
Porzioni 8
Chef Cri Panizzuti

Ingredienti

  • 500 g Mascarpone
  • 6 Uova Bio Fresche
  • 130 g Zucchero semolato
  • 300 g Biscotti Savoiardi
  • 300 ml Caffè della moka
  • 3 cucchiai Marsala
  • Cacao in polvere, amaro per guarnire

Istruzioni

  1. Come prima cosa preparate il caffè in modo che abbia il tempo di raffreddarsi.

  2. Separate gli albumi dai tuorli e unite questi ultimi allo zucchero e sbatteteli con una frusta fino a che non raggiungeranno una consistenza chiara e spumosa.

  3. Aggiungete al composto di tuorli e zuccheri il mascarpone, mescolando fino ad ottenere una crema omogenea.

  4. Montate a neve ben ferma gli albumi e incorporateli alla crema di mascarpone con un movimento rotatorio dal basso verso l'alto, quando sarà tutto ben amalgamato mettete la crema in frigorifero nell'attesa che il caffè si sia completamente raffreddato.

  5. Aggiungete al caffè il vino Marsala, versate il liquido in una vaschetta e inzuppate i Savoiardi abbastanza velocemente in modo che non si sciolgano.

  6. Distribuite man mano che li inzuppate i biscotti sul fondo di una pirofila o nei contenitori mono dose e una volta coperto il fondo coprite con uno strato di crema. Proseguite con un nuovo strato di biscotti e coprite nuovamente con la crema rimasta.

  7. Fate riposare per un paio d'ore in frigorifero, coperto da pellicola per alimenti, in modo che tutto si amalgami meglio e aggiungete solo al momento di servire un copioso strato di cacao amaro.

Note

Se vi piace l'idea di aggiungere un elemento più consistente potete ricoprire la superficie di cacao con alcune scaglie di cioccolato o della granella di pistacchi.

Naturalmente tutte le varianti sono rispettabilissime, due su tutte quelle più gettonate: sostituire i Savoiardi i con i Pavesini e aggiungere la panna alla crema di mascarpone per renderla più “leggera” all’assaggio.

Devo dire che io alla fine tifo per la versione più classica, una crema bella densa e dorata di mascarpone e uova e dei soffici Savoiardi inzuppati di caffè. Probabilmente è questione di gusti,  ma con questa ricetta non si sbaglia mai, garantito. Come ultima raccomandazione vi prego, non fate i timidi, usate il cucchiaio grande e affondatelo bene in modo da raccogliere tutti gli strati e godere così al massimo del gusto avvolgente di questo storico dolce.

error: