Florian Maison – Hotel Engel – Ristorante Tilia

Tre giorni gastronomici da sogno, ecco la definizione giusta per questo weekend trascorso in occasione del Gourmet Festival Alta Pusteria (5^ edizione) in montagna. Abbiamo vissuto un’autentica esperienza gourmet.

Les Collectionneurs (la community di ristoratori, albergatori e viaggiatori) ha organizzato il nostro tour. Lo spirito che contraddistingue questo marchio, presieduto dal 1999 da Alain Ducasse, rappresenta la curiosità di trovare posti nuovi, di scoprirli e di collezionarli come souvenir da condividere con gli altri.

Siamo partite da Milano e come prima tappa siamo state accolte dallo chef sorrentino Umberto De Martino e la sua compagna Monia Remotti al loro Ristorante Florian Maison a San Paolo d’Argon, vicino a Bergamo. Una bellissima location nascosta nel verde, in una vallata incantevole.

 

Lo Chef Umberto De Martino ha conquistato una stella Michelin l’anno scorso, la sua è una cucina tradizionale di ispirazione mediterranea. Fantastici i gamberi Orange (cotto e crudo di gambero rosso con burrata, arancia e gelatina di Campari Orange), il risotto al lime con quenelle di astice crudo, il foiegras con pera e cioccolato, la guancia con sedano rapa e scalogno caramellato ed il nuovo dolce, degustato in anteprima, “Lo chiamavano cocco” con mango e lampone essiccato, e tanto altro ancora.

 

Proposte di cibo accompagnate da prestigiose etichette della cantina del Florian Maison. Il progetto della coppia De Martino – Remotti è completo offrendo sia ospitalità con 9 suites realizzate con materiali eco-sostenibili, sia una ristorazione curata per pranzo e cena, e ancora eventi, aperitivi gourmet, banchetti e ricevimenti.

 

Proseguendo il nostro Tour Gourmet siamo giunti in Alto Adige, circondate dai magnifici giganti delle Dolomiti, a Nova Levante, al Wellnesshotel Engel. Un’oasi di benessere che ha ricevuto il premio Award per la migliore SPA europea del 2018. All’interno si trova il ristorante stellato Johannesstube dello Chef Falser Theodor che segue la filosofia Taste Nature, con un’attenzione alle materie prime offerte dalle aziende della zona e dall’orto del vicino Maso che peraltro segue personalmente, proponendo piatti ricercati.

 

Sapori sopraffini dalla colazione alla cena, quasi solo ingredienti di montagna, cercando di incentivare e sostenere l’agricoltura locale e di mostrare l’unicità delle loro campagne, i grani sono coltivati e macinati dal maso Eisath di Nova Ponente per un pane meraviglioso.

Indimenticabili la tartare di cervo della Val d’Ega, la trota con il tapinambur bollito e poi fritto, il salmone del Danubio e la cheese cake all’ortica.

Raffinate creazioni accompagnate dai pregiati vini della cantina nel fienile.

Naturalmente ci siamo concesse l’emozione unica di abbandonarci al relax nella Wellness SPA: legno, pietra, vetro e colori caldi, con un’ampia vista sul verde intenso dei boschi davanti all’hotel, ora con romantici colori autunnali. Effetti speciali, luminosi e sonori, piscine interne ed esterne riscaldate. Un autentico rilassamento della mente e del corpo.

 

Il sabato sera, uno degli appuntamenti più importanti del nostro Tour Gourmet Les Collectionneurs, c’è stata la cena di gala presso lo spazio di Franz Kaler di Dobbiaco organizzata dall’associazione “Culinaria Tirolensis“” per Gourmetfestival Hochpustertal – Alta Pusteria

Una location d’eccezione, in cui fashion, arte e design per una sera hanno incontrato la grande cucina all’interno di uno spazio dall’architettura compatibile ed integrato nella natura.

 

Lo Chef  Chris Oberhammer  del Ristorante Tilia di Dobbiaco, ideatore della kermesse, ha preparato il risotto “LOTO” vert, scampi, Calvivius Caviar Tradition Royale e le fromage de chevre, truffes, miel de tilleul, due piatti estremamente equilibrati, dai sapori delicati e sorprendenti.

Insieme a lui c’erano altri due chef: Mickael Pihours del Ristorante Le Gambetta a Saumur e Jessica Préalpato chef pasticciera all’Alain Ducasse au Plaza Athénée di Parigi. Entrambi ci hanno deliziato con piatti e dolci deliziosi.

La conclusione domenicale del nostro Tour Gourmet è stato un brunch deluxe al Maso Klaudehof, una vera e propria festa finale con tutti gli chef riuniti all’opera in sinergia con specialità delle tradizioni culinarie d’Italia, Austria e Francia. Un pic-nic con i piatti realizzati dagli chef ‘live’ e solo con i prodotti del Maso e dei contadini della zona- come speck, verdure, patate, trote, selvaggina – e il tutto accompagnato da birre locali e buona musica. E per finire una tarte tatin da sogno.

E’ stato un tour meraviglioso, una vera scoperta, una continua sorpresa e soprattutto tanti incontri, con uomini e donne appassionati della loro professione.

Articolo a cura di Emanuela Cavo e Carla Negri

error: