La confettura di fichi e vaniglia è l’ultimo regalo che ci fa l’estate. I fichi sono al punto perfetto di maturazione, zuccherini e compatti. La vaniglia rende la confettura una vera golosità, e sarà perfetta durante l’inverno per una colazione golosa, oppure come farcitura di una semplice crostata, magari con l’aggiunta di un cucchiaio di rum e qualche gheriglio di noce.

Non utilizzo la pectina come addensante, ma faccio riposare una notte in frigorifero la frutta mondata e spezzettata con lo zucchero e il limone. In questo modo riesco ad abbassare la percentuale  dello zucchero e ad evitare una confettura troppo dolce, vista anche la naturale dolcezza dei fichi.

Confettura di fichi e vaniglia

Cucina Italian
Keyword confettura
Chef Elisabetta Gavasso

Ingredienti

  • 1,5 kg fichi neri peso da puliti
  • 500 g zucchero
  • 2 limoni
  • 1 stecca vaniglia

Istruzioni

  1. Lavate e mondate i fichi, togliete la buccia e spezzettateli con le mani. Metteteli in una ciotola, unite lo zucchero, il succo dei due limoni e la stecca di vaniglia tagliata a metà nel senso della lunghezza. Coprite e fate riposare in frigorifero una notte. 

  2. La mattina dopo prima di cuocere la confettura mettete un piattino da caffè in frigorifero, vi servirà più tardi per verificare la consistenza. Trasferite il composto di fichi in una pentola alta e capiente e portate ad ebollizione. Fate bollire per una decina di minuti, poi verificate la consistenza versandone un cucchiaino sul piattino. Inclinatelo, se la confettura scivola non è ancora pronta, altrimenti togliete la stecca di vaniglia e invasate subito.

  3. Io uso vasetti ben lavati e sterilizzati in forno a 120° per mezz'ora. Versate la confettura bollente, chiudete subito (utilizzate coperchi nuovi e lavati) e capovolgete. Quando si saranno raffreddati, controllate i coperchi. Se sono scesi potete metterli via, se invece fanno clic dovete procedere alla bollitura, in una pentola capiente con acqua che li copra, per mezz'ora. 

error: