Dire “biscotti digestive” e pensare subito a una cheesecake è automatico, se non per tutti, sicuramente per molti, essendo i biscotti maggiormente utilizzati per la preparazione di questo dolce.

In realtà i biscotti digestive sono biscotti tondi di origine inglese, dalla consistenza friabile, usati tradizionalmente per accompagnare il tè, il caffè oppure il formaggio fresco in sostituzione dei cracker.

Ideati nel 1839 da due dottori scozzesi come biscotti che potessero favorire la digestione (grazie all’aggiunta di bicarbonato di sodio), i biscotti digestive furono brevettati solo nel 1892 dalla Mc Vitie’s, la ditta che ancora oggi produce gli originali.

Questa versione di P. Hollywood, tratta da una puntata di City Bakes su Food Network, assomiglia in verità più a dei “gran cereale” che ai biscotti digestive veri e propri. Io ho solo sostituito una parte della farina 00 con farina d’avena e aggiunto un pizzico di cannella che adoro.

I fiocchi d’avena tritati donano a questi biscotti un carattere rustico accattivante. Moderatamente dolci, friabili e resi ancora più golosi dalla copertura di cioccolato, non riusciranno a durare a lungo. 

Biscotti "Digestive" rustici

Piatto Biscotti, Dolci
Cucina English
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Riposo 50 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 8 persone
Chef Federica Di Marcello

Ingredienti

  • 110 g farina integrale
  • 110 g crusca d'avena
  • 80 g farina d'avena integrale
  • 130 g burro freddo
  • 40 g zucchero di canna integrale
  • 30 ml latte intero
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia (optional)
  • 1/2 cucchiaino cannella in polvere (optional)
  • 1 cucchiaino bicarbonato di sodio
  • 1/4 cucchiaino sale
  • 150 g cioccolato fondente

Istruzioni

  1. In una ciotola capiente riunite le farine (integrale e d'avena), la crusca d'avena, il burro freddo a dadini, la cannella (se usata), il bicarbonato, il sale e strofinate con la punta delle dita fino a ottenere un composto simile al pane grattugiato.

  2. Aggiungete lo zucchero, mescolate, poi unite il latte, l'estratto di vaniglia (se usato) e lavorate fino a che il composto sta insieme. Appiattite la pasta in un disco, avvolgetela nella pellicola per alimenti e fatela riposare in frigo per 30 minuti.

  3. Trascorso il risposo, con un matterello stendete l'impasto tra due fogli di carta forno allo spessore di  3-4 mm e ritagliate i biscotti con un coppapasta tondo da 6,5 cm di diametro, trasferendoli man mano su due teglie foderate di carta forno, leggermente distanziati uno dall'altro. Fate riposare nuovamente in frigo per 20 minuti.

  4. Nel frattempo, preriscaldate il forno a 190°C.

  5. Fate cuocere i biscotti (una teglia alla volta) in forno caldo per 15-20 minuti, ruotando la teglia a metà cottura, fino a quando saranno dorati ai bordi e croccanti.

  6. Sfornate, lasciate riposare i biscotti nella teglia per 5 minuti poi trasferiteli su una griglia e fateli raffreddare completamente.

  7. Spezzettate il cioccolato in una ciotola resistente al calore (o adatta al microonde) e lasciatelo fondere a bagnomaria (o in micro).

  8. Fate colare un cucchiaino di cioccolato fuso al centro di ogni biscotto (sulla base a contatto con la teglia) e distribuitelo uniformemente in modo da ricoprire la superficie con uno strato sottile.

  9. Lasciate rapprendere leggermente il cioccolato poi, a piacere, con uno stuzzicadenti disegnate delle linee orizzontali e verticali, creando una specie di gliglia sulla superficie (io ho preferito lasciare la superficie del cioccolato liscia).

  10. Lasciate riposare i biscotti fino a quando il cioccolato è del tutto solidificato prima di servire o riporre in un contenitore a chiusura ermetica.

Note

Al posto della crusca d'avena potete anche usare i fiocchi d'avena, avendo accortezza di tritarli in un mixer ad una granulometria medio-fine, ma senza ridurli in farina.

I biscotti si conservano, a temperatura ambiente e in un contenitore ermetico, per una settimana e più...se non spariscono prima!

 

error: